RESOCONTO TDR FEMMINILE

on . Postato in Notizie

rofeo delle Regioni – intervista a coach Pardi.

Dopo aver ascoltato il resoconto del coach della selezione maschile abruzzese Taraschi, oggi è la volta dell’allenatore della femminile coachJacopo Ghost-Pharders Pardi che racconta in modo analitico l’esperienza del suo gruppo e del suo staff.

Coach sapevamo di non avere in mano molte possibilità di brillare in una competizione così vivace. L'esordio con l'Umbria è stato amaro perché, dopo una partenza contratta, abbiamo provato a recuperare senza successo. Cos'è mancato, secondo te, alle tue ragazze per evitare un primo periodo così difficile a parte l'emozione per l'esordio?

“L’emozione per l’esordio era evidente e, per le ragazze, come hai detto anche tu, confrontarsi con realtà fisicamente forse più pronte non era facile. Premettendo che le nostre atlete avevano già incontrato le amiche dell’Umbria in un torneo ad inizio stagione a Perugia, il divario tra le due squadre era molto più ampio rispetto al Trofeo delle Regioni. Questo significa che il lavoro fatto in palestra con l’RTT Franco Ghilardi e tutto lo staff tecnico e atletico è stato buono. L’avvio di gara un pò contratto con un parziale umbro (11-0) iniziale potevamo aspettarcelo ma la reazione è stata ottima da parte di tutte e dodici le ragazze che col cuore, la grinta e rispettando le regole imposte durante la preparazione, hanno raggiunto la parità. Purtroppo qualche errore di troppo in attacco ed alcune disattenzioni in difesa non ci hanno permesso di raggiungere la vittoria ma siamo contenti così. L’aiuto dato da tutto il roster è la prova che il gruppo c’è ed è coeso”.

Neanche il tempo di digerire la sconfitta che il campo subito ha offerto una nuova "Caporetto" contro la squadra di casa. Su questo match possiamo anche sorvolare dato il gap enorme. Ma una domanda vorrei fartela: seppur nella sconfitta, su quali aspetti avete cercato di ripartire? Su cosa hai puntato per le partite successive?

“Nella programmazione del torneo già sapevamo che se avessimo perso la prima partita avremmo incontrato la Lombardia, la squadra più forte e completa della manifestazione. Abbiamo preparato le ragazze all’incontro con le padroni di casa, soprattutto a livello mentale, e devo dire che hanno reagito bene. Ogni canestro subìto poteva far male per il morale ma insieme hanno provato a lottare per tutta la gara con grande maturità. Ci è mancata la fluidità nelle realizzazioni e fisicamente era difficile ma l’Abruzzo è stato attento, sapendo che ogni possesso in attacco e difesa era utile per le partite successive”.

Fotocopia forse dell'esordio è stata la partita col Lazio dove abbiamo pagato un'altra partenza maldestra che, sommata alla superiorità delle avversarie, non ci ha permesso di tenere la gara aperta fino alla fine. Questa volta, però, la crisi in attacco è durata per l'arco completo dei 40'. È stato frutto anche della stanchezza psico-fisica post Lombardia?

“Devo spezzare una lancia a favore delle nostre ragazze, perchè secondo me, ed in questo tutto lo staff concorda, è stata giocata con il Lazio una delle migliori partite del Trofeo delle Regioni 2018. È vero che ci è mancata la via del canestro ma in difesa abbiamo portata la squadra laziale a commettere tanti errori come si evince dal parziale alla fine del primo tempo (11-21). Forse l’esperienza che è mancata alle nostre ragazze è stata quella di sapere che il Lazio sarebbe rientrato, dopo l’intervallo, con un altro atteggiamento. Infatti non siamo stati pronti a reagire alla loro aggressività difensiva che le ha portate a fare tanti canestri in contropiede. Tutte e dodici le mie atlete hanno lottato ed il gap dei 30 punti secondo me è eccessivo per quanto visto durante tutta la partita”.

Venendo alle ultime due partite, il tabellone ci ha messo di fronte nuovamente l'Umbria. Apparentemente sembrava di aver trovato il farmaco giusto con un primo periodo ottimo (17-9) prima del successivo tracollo. Cosa mi dici di questa gara?

“La gara contro l’Umbria è stata preparata bene, in virtù anche dell’esperienza dell’esordio, anche se le ragazze iniziavano a fare intravedere un pò di stanchezza fisica e mentale. Il primo quarto ha fatto vedere una buona attenzione delle ragazze che sono riuscite a portarsi anche sul +1. Purtroppo i dettagli fanno sempre la differenza e la disattenzione in difesa ha portato a commettere troppi falli personali che si sono rivelati, ahimè, fondamentali per il proseguo della partita (basta considerare che 6 dei 9 punti dell’Umbria del primo periodo sono arrivati su turi liberi). Le disattenzioni si sono poi ripetute per tutta la partita, in virtù soprattutto della forte pressione umbra, i troppi rimbalzi concessi e le eccessive palle perse. Forse questo non è piaciuto a fine gara e lo staff nella riunione serale ha rimarcato questo atteggiamento.”

Nella finalissima contro il Trentino Alto Adige abbiamo forse espresso la nostra migliore pallacanestro, trovando una sconfitta che poteva anche non starci. Credi che la consapevolezza nelle ragazze sia maturata troppo tardi, considerando anche il livello simile delle nostre avversarie?

“Sinceramente posso dirti che, già nella colazione pre partita e sul pullman, si vedeva che le ragazze avevano be recepito tutti gli accorgimenti tecnici e psicologici da riproporre nella “finale” ed erano concentrate: nel discorso in preparazione della suddetta gara abbiamo rimarcato l’atteggiamento non buono del giorno precedente per trasformarlo nella massima positività. Dal riscaldamento già si vedevano occhi diversi e, nonostante un primo periodo in cui abbiamo commesso troppi errori in fase realizzativa, è stato un crescendo fino alla fine. L’amarezza negli ultimi due minuti col punteggio a -4 in pieno recupero è accresciuta a causa di una tripla che ci ha un pò tagliato le gambe. Fino all’ultimo possesso, con la panchina che era il vero sesto uomo in campo, ci abbiamo provato ma non ci siamo riusciti. Nel discorso finale a metà campo l’RTT Ghilardi ha elogiato le ragazze e, nello spogliatoio, il Presidente Di Girolamo si è complimentato con loro. Insomma, la maturità c’è stata!”
Per concludere: è il momento del bilancio finale... quali sono stati gli obiettivi raggiunti e quali aspetti sono ancora da migliorare e, personalmente, cosa riporti a casa di quest'esperienza?

“L’obiettivo raggiunto è stato la maturità acquisita dalle ragazze ed il loro spirito di squadra in quanto i legami che si sono creati vanno oltre il semplice risultato del tabellone. Il lavoro fatto negli allenamenti della selezione e nelle Società d’appartenenza è stato buono ma dobbiamo fare molto di più, per compensare la mancanza di numeri e di qualità tecnica e fisica. Io personalmente riporto tanto: ho un bagaglio pieno di ricordi ed insegnamenti, sia di Franco (Ghilardi) che ringrazio per la possibilità che mi ha concesso, ma anche dalle ragazze a cui devo tantissimo. Lo staff con Eugenio, Serena, Francesca e Nicoletta è stato super, siamo diventati tutt’uno in questo Trofeo, e la Federazione mi ha appoggiato in questo, nonostante la mia giovane età ed esperienza. Insomma un grazie di cuore, sperando in un futuro roseo per la mia crescita ma soprattutto per il basket femminile. Mi rimetto subito a lavoro con la mia Società d’appartenenza, la Magic Basket Chieti a cui devo tanto, con i miei gruppi femminili che vanno dall’Under 14 alle gazzelle. La voglia c’è!"

Ufficio Stampa FIP Abruzzo – Emanuele Di Nardo

LE GARE DELLA SETTIMANA DAL 19/03

on . Postato in Notizie

2504 21-mar-18 MAGIC CHIETI Adriatica PE U 14 Fem 15.30 Merc
2552 22-mar-18 MAGIC CHIETI Pallac. Isernia U 18 Elite 20.15 Giovedì
1496 23-mar-18 Basket S. Salvo MAGIC CH U 15 15.00 Venerdì
2355 23-mar-18 Airino Termoli  MAGIC CH U 18 Fem 19.15 Venerdì
2503 24-mar-18 Vasto Bk MAGIC CH U 14 Fem 16.30 Sabato
2487 24-mar-18 Teramo Bk 1960 MAGIC CHIETI U 16 ECC 16.00 Sabato
2503 24-mar-18 Vasto Bk MAGIC CHIETI U 14 Fem 16.30 Sabato
2401 25-mar-18 MAGIC CH N.B.Aquilano serie C 18.00 Dom

12 TORNEO NAZIONALE DI RIMINI

on . Postato in Notizie

12° Memorial Claudio Papini

Sabato  28 Aprile  2018  14:00    Martedi  1 Maggio  2018 14:00
 
La MAGIC BASKET, ha presentato domanda di isrizione er la partecipazione al Torneo Nazionale Memorial Papini con le categorie
UNDER 13 MASCHILE
ESORDIENTI MASCHILE
 
In attesa di conferme da parte dell'Ente organzzatore, vista la partecipazione numerosa da parte di numerose società di tutta Italia.
 

SERIE C DEL 11.02.2018

on . Postato in Notizie

VINCE IL MAGIC, BATTUTA ANCHE MOSCIANO.

Dopo la grande vittoria di domenica scorsa contro L’Aquila, il Magic vince anche tra le mura amiche contro Olimpia Mosciano. Pronti via partono subito forti i neroverdi del presidente Milillo che iniziano il match scappando subito avanti grazie al duo Di Falco Mennilli e alle loro bombe. Mosciano nonostante questo non molla e chiude il primo quarto a meno uno grazie all’ex Francesco Di Biase(22-21). Olimpia continua a giocare un buon basket e rientra in campo con un piglio in più andando avanti per la prima volta durante tutta la partita, ma il Magic riesce a rimanere aggrappato grazie a Italiano e Pelliccione e conclude il primo tempo avanti 36-35. Dopo la sosta lunga i magici tornano in campo in splendida forma ingranando la marcia giusta e andando avanti 57-46 grazie ad un ottimo gioco dei ragazzi di coach Castorina e complice anche l’espulsione di Nicola Leonzio. L’ultimo quarto vede i neroverdi gestire la partita nonostante qualche sfuriata da parte di Ippolito e Di Marcello che ci provano dalla lunga distanza. Castorina a questo punto cambia 4 dei 5 titolari e inserisce tutta la panchina e così che in campo figurano Berardi, Gallo, Fusella, Razzi e il solito Di Falco a fare da collante. Nel finale ingresso anche per Di Sabatino che realizza un tiro libero dopo un fallo tecnico di Di Marcello. Finisce 74-56 tra gli applausi del PalaDayco sempre più caloroso e presente. Appuntamento a sabato prossimo dove il Magic affronterà al Pala Scapriano di Teramo la TASP di coach Stirpe vittoriosa nel derby con Basketball.

PARZIALI (22-21; 36-35; 57-46; 74-56)

Ippolito 12, Di Marcello 5, Leonzio 2, Di Biase 18, Cifeca, Diallo 8, Cutolo 1, Cartone ne, Caprioni, De Laurentis 10,

Berardi, Alba 5, Di Falco 13, Di Sabatino 1,
Mennilli 12, Italiano 13, Povilaitis 9, Fusella 2, Gallo 2, Pelliccione 15, Masciulli 2, Razzi.

PRESS OFFICE MAGIC BASKET CHIETI 
TUCCI AMOS

SERIE C DEL 28.1.18

on . Postato in Notizie

Tratto da Basketincontro,i

Termoli batte la capolista, Chieti torna in vetta, L'Aquila ancora vincente, si accorcia la classifica in testa

Termoli batte la capolista, Chieti torna in vetta, L'Aquila ancora vincente, si accorcia la classifica in testa

 Le gare della Domenica (28/01)

Colpaccio interno per l'Airino Termoli dei coach Del Vecchio e Di Lembo che supera davanti al pubblico casalingo del PalaSabetta la capolista Vasto Basket (85-80). I molisani vengono trascinati dai 41 punti della coppia Di Lembo M., De Gregorio raggiungendo la Teramo a Spicchi in quinta posizione con 22 punti. Vasto viene raggiunta in classifica da Chieti che vince contro la Nova Basket Campli 80 a 64. I teatini centrano la quattordicesima vittoria stagionale e tornano in vetta alla classifica. Dopo la vittoria di Silvi nell'anticipo del Sabato vince anche l'altra inseguitrice, il Nuovo Basket Aquilano. Gli aquilani sconfiggono al PalaAngeli l'Olimpia Mosciano 84 a 75 e riagganciano Silvi in seconda posizione a soli due punti di distanza dalla vetta.

Le gare della Domenica (27/01)
Seconda sconfitta consecutiva per la Teramo a Spicchi che perde al Palascapriano contro una fantastica Pallacanestro Silvi. I ragazzi di coach D'Alberto sbancano uno dei campi più ostici del campionato 66 a 71 grazie ai 20 punti di Di Febo. Silvi raggiunge momentaneamente Chieti in seconda posizione con 26 punti a -2 dalla capolista Vasto. Successo interno per il Nuovo Pineto Basket che viene trascinato da uno straordinario Pira da 35 punti. I padroni di casa superano 90 a 70 la Torre Spes agganciandola a quota 14 punti a sole due distanze di vantaggio dalla zona play out. Torna a sorridere il Pescara Basket che supera al PalaElettra di Pescara il Basketball Teramo 76 a 71. I giovani ragazzi di coach Di Tommaso, trascinati dai 21 punti di Mordini e dai 19 di Fasciocco, centrano il terzo successo stagionale e accorciano le distanze sulla penultima posizione.